Berlusconi a Ischia: "Escludo le larghe intese, o vinco o mi ritiro"

Regolare Commento Stampare

"Chiederò agli italiani di darci il 51 per cento - insiste Berlusconi - per realizzare la rivoluzione liberale di cui il Paese ha bisogno. Io ho chiesto il sistema proporzionale perché voglio che il centrodestra vinca e governi con i voti dei cittadini, non per effetto di una legge elettorale che distorce la volontà degli elettori". "Se non sanno giudicare chi è capace e chi non ha mai fatto nulla allora significa che siamo un popolo che non merita nulla ma penso che gli italiani avranno buon senso". "Bisogna ricostruire le case che sono state distrutte dal terremoto e renderle pronte per la primavera", ha affermato.

Silvio ubiquo: in un video messaggio alla manifestazione di Forza Italia di Milano, in sostegno del referendum per l'autonomia, Berlusconi ha detto."Sono impegnato a Ischia a un convegno che ha un titolo assolutamente esplicito: siamo pronti a governare". Ha sottolineato: "Dovremmo dividerci i collegi con gli altri movimenti politici della coalizione ma io sono sicuro che non avremo nessuna difficoltà".

Berlusconi, però, nega che sussista la possibilità di dare vita alle larghe intese con il Partito Democratico: "Lo escludo per storia e ideologia". Ha puntato poi l'attenzione anche sulla necessità della semplificazione degli appalti.