Distribuiva gasolio di contrabbando in un cortile: denunciato

Regolare Commento Stampare

Un uomo aveva trasformato il proprio furgone in un autentico distributore a domicilio, con cui riforniva i veicoli dei clienti direttamente sul posto.

Il carico era stato notato dai militari del nucleo di polizia tributaria nell'ambito di un servizio della zona che avevano notato un furgoncino, di quelli usati come scuolabus, che risultava visibilmente in sovraccarico e con il motore sotto sforzo nonostante vi era solo l'autista come passeggero. A scoprire la trovata è stata la Guardia di Finanza di Napoli. La pattuglia pertanto, ha seguito il mezzo nel suo itinerario fino a quando lo stesso si è fermato nei pressi di un cortile nella frazione Nocelleto di Carinola dove era stata improvvisata una vera e propria "stazione di rifornimento" di carburante di contrabbando per autotrazione, ovviamente abusiva, con tanto di pistola erogatrice e "conta litri" professionale.

L'autista del furgoncino e un acquirente venivano denunciati a piede libero alla competente autorità giudiziaria, per le specifiche violazioni di carattere penale in materia di contrabbando. Sequestrati anche 800 litri di gasolio.

L'evasione delle imposte, dopo gli innumerevoli rifornimenti effettuati, sarebbe intorno al mezzo milione di euro.