Studente 16enne si recide la gola con la motosega

Regolare Commento Stampare

Intorno alle 19 di ieri il giovane, Antonello Santagata, stava dando una mano al padre a tagliare la legna nell'abitazione di famiglia, nella parte alta di Francavilla Marittima - nel Cosentino -, quando il padre per motivi da chiarire s'è improvvisamente dovuto assentare per qualche minuto.

Cosenza sconvolgente ultim'ora: un ragazzo di 16 anni è morto ieri, martedì 9 ottobre, in un modo incredibile: stava maneggiando una motosega, mentre aiutava il padre in casa a Francavilla Marittima, nel Cosentino, quando è successo il peggio.

Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 che hanno potuto solo constatare il decesso dell'adolescente. Infatti, la procura della Repubblica di Castrovillari (CS) non ha disposto nessuna autopsia sul corpo del giovane. La notizia del crudele incidente si è diffusa in pochi minuti nel suo paese e, attraverso il web, in tutto l'Alto Jonio suscitando subito sgomento e cordoglio oltre che per i suoi familiari anche per i compagni di classe e d'Istituto che si sono informati a vicenda condividendo momenti di vera disperazione per la perdita improvvisa quanto tragica del loro amico e compagno di classe.

Sul posto dell'incidente è accorso anche il sindaco di Francavilla Marittima che, in quel momento, stava svolgendo il suo turno in guardia medica.

I carabinieri hanno sequestrato la motosega.

"Non c'era più nulla da fare - ha affermato Franco Bettarini - poichè il ragazzo era già morto".

Il giovane frequentava la scuola per geometri a Trebisacce.