Raccolta fondi per comprare la bici rubata durante il giro del mondo

Regolare Commento Stampare

In Olanda ad esempio (paese in cui l'uso delle biciclette è alla stregua di quello dei mezzi a motore), dove si lamenta un notevole aumento di furti di bici, nel 2014 se ne rubavano più o meno 100mila l'anno, ma nel 2008 erano saliti a 735mila.

Ieri pomeriggio 30 settembre 2017, sono stato derubato della mia bicicletta da viaggio sulla spiaggia di Castel Volturno (Lido Costazzurra). "Oltre al valore finanziario hanno un valore sentimentale".

"L'ho lasciata incustodita per cinque minuti - ha scritto rassegnato il francese - ed è sparita". Vi chiedo aiuto per trovarla con i suoi bagagli (fotocamera, Iphone, attrezzi da campeggio, vestiti, occhiali da vista e da sole ...) Offro una lauta ricompensa a chi mi aiuterà a trovare la mia bici e il mio materiale. Era stato questo l'annuncio social di Etienne che aveva implorato di riavere almeno la bici alla quale, ovviamente, era molto affezionato. Il primo a mettere la propria quota è stato il sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo che ha contribuito con 20 euro. Fra gli organizzatori della colletta, infatti, anche il desiderio di istituire un premio a nome del ciclista francese che consenta di regalare bici ai bambini che appartengono a nuclei famigliari disagiati.

Tramite una intervista a "Repubblica" Etienne fa sapere di come le cose si siano evolute dopo il furto e come, anche in questa brutta situazione, abbia scoperto il grande cuore del popolo napoletano. Insieme alla moglie stava per raggiungere la sua meta finale, ma il suo sogno si è infranto sulla spiaggia di Castel Volturno.