Oltre 200 mila persone evacuate nell'incendio divampato in California

Regolare Commento Stampare

Brucia la California in questo ottobre 2017 e si trasforma in un vero e proprio inferno in terra.

Almeno 10 persone sono morte in California a causa dei grandi incendi che da qualche giorno stanno interessando otto contee nella parte settentrionale dello stato.

Danni ovviamente anche all'ambiente con centinaia di ettari di vigna pregiata dei vini Napa e Sonoma completamente distrutti. La situazione si è improvvisamente aggravata, sostengono le autorità locali, dopo che il fronte dell'incendio ha scavalcato la barriera della highway 101 costringendo numerose persone a lasciare le loro case.

"In meno di 24 ore sono divampati più di 18 incendi" che hanno "distrutto oltre 2.000 abitazioni, minacciandone altre migliaia", ha constatato il governatore dello Stato più popoloso del Paese, Jerry Brown, in una lettera inviata al presidente Donald Trump.

Tutto sarebbe cominciato domenica scorsa quando sono stati segnalati i primi focolai a Coal Canyon, nei pressi di Anaheim, a sud di Los Angeles.

Le fiamme, innarestabili, sono sospinte dai forti venti.

Ancora non è chiaro quale sia l'origine dei vasti incendi ma a contribuire al propagare delle fiamme sono stati i venti terribili che soffiano in California chiamati anche Los Diablos. La zona più colpita dalle fiamme è la Napa Valley, famosa anche per la produzione vinicola.