Bari-Avellino 2-1, Improta e Galano firmano la remuntada biancorossa

Regolare Commento Stampare

Al vantaggio irpino firmato da Kresic rispondono Improta ed un rigore di Galano. Sabato 14 ottobre si gioca a Vercelli per continuare il percorso. Grande prestazione di Jacopo Petriccione, schierato per la prima volta nell'undici titolare da Fabio Grosso, e del solito Improta, alla sesta rete stagionale.

Emergenza massima per Fabio Grosso che è costretto a reinventare la linea difensiva.

"Ma possiamo fare bene con chi scenderà in campo, non abbiamo mai cercato alibi e mai lo faremo" ha assicurato alla vigilia il Campione del Mondo 2006 che dovrà fare a meno di Denis Tonucci, Elio Capradossi, Norbert Gyomber, Salvatore D'Elia e Stefano Sabelli in difesa, più Migjen Basha in cabina di regia. "Aspetto di capire come il Bari scenderà in campo e mi regolerò di conseguenza", anticipa Novellino che potrebbe affiancare Asencio ad Ardemagni poiché Morosini è infortunato.

Ritmo blando e poche occasioni da gol nei primi venti minuti di gioco, con i biancorossi che fanno la partita ma non riescono a superare il muro difensivo formato dall'Avellino.

Annunciato il rientro di Cristian Galano nel tridente con Riccardo Improta sull'altro lato e Karamoko Cissè terminale centrale. Poi, quasi all'improvviso, la partita esplode. Il Bari ci crede e cinque minuti dopo trova il gol del vantaggio con Galano che trasforma un calcio di rigore concesso da Aureliano per un fallo di mano in area di rigore. Il vantaggio degli ospiti però dura soltanto sessanta secondi: Improta riceve palla sulla trequarti e scarica un destro imparabile che si infila nell'angolino alto della porta difesa da Lezzerini.

77′ D'ANGELO! Colpo di testa del capitano e miracolo di Micai che devia in angolo. Nel finale i biancorossi provano a chiudere il match con un diagonale di Tello neutralizzato da un ottimo intervento di Lezzerini. I lupi si sbilanciano in avanti il Bari parte in contropiede, Brienza entrato da un minuto serve Nenè che corre da solo verso la porta di Lezzerini, il numero uno biancoverde lo ipnotizza.

Bari (3-5-2): Micai; Morleo, Marrone, Cassani; Fiammozzi, Busellato, Petriccione, Tello, Improta (89' Brienza); Galano (81' Nenè), Cissè. All.

AVELLINO (4-4-2) Lezzerini; Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato; Laverone (dal 7′ st Bidaoui); D'Angelo, Di Tacchio, Molina (dal 32′ st Camarà); Asencio (dal 15′ st Castaldo), Ardemagni.