Incubo terrorismo a Marsiglia, due donne uccise al grido di "Allah Akbar"

Regolare Commento Stampare

Due donne sono state uccise a Marsiglia, in Francia, da un uomo nordafricano di 25 - 30 anni, al grido di Allah u Akbar, secondo quanto riportato da vari testimoni.

Sono due donne le vittime di questa ennesima "tragedia". Le due ragazze sarebbero state una sgozzata, l'altra pugnalata al torace.

Il terrorista è stato ucciso dai militari dell'operazione Sentinelle. Secondo il ministro dell'Interno francese però "non è ancora confermato che si tratti di terrorismo". Nelle riprese video della stazione di Marsiglia, si apprende, l'uomo appare seduto, fermo su una panchina.

Un duplice attacco è avvenuto anche in Canada, dove cinque persone sono rimaste ferite a Edmonton nello Stato dell'Alberta ad opera di un giovane che ha agito da solo ed è stato arrestato.

La Procura antiterrorismo è incaricata delle indagini. Mentre la stazione è stata evacuata e il traffico ferroviario in entrata e uscita "è interrotto", la Police Nationale su Twitter ha invitato tutti i cittadini a "evitare la zona". Al momento, l'ipotesi più accreditata è quella di "omicidio a scopo terroristico, tentato omicidio di pubblico ufficiale, associazione per delinquere".