Tumori, al via la campagna Nastro Rosa contro il cancro al seno

Regolare Commento Stampare

Francesco Schittulli. I piu' recenti dati relativi a questa patologia, inoltre, non sono rassicuranti: l'incidenza del cancro al seno e' infatti cresciuta in tutte le classi di eta', e in particolare del 41% fra le donne al di sotto dei 50 anni. "Tanto innalzerebbe la guaribilita', gia' oggi attestatasi ad un buon 80-85%".

L'orologio della Torre civica torna ad illuminarsi per la campagna "Nastro Rosa", proposta dall'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro e dall'Anci. "Per aumentare le percentuali di curabilità del tumore al seno, solo nel 2017 AIRC ha destinato oltre 10,7 milioni di euro per il finanziamento di 66 progetti e 20 borse di studio, garantendo alla ricerca oncologica la continuità necessaria per raggiungere risultati e produrre un impatto significativo nel più breve tempo possibile" - dichiara Federico Caligaris Cappio, Direttore Scientifico dell'Associazione - "I nostri ricercatori stanno concentrando i loro sforzi in tre ambiti: lo sviluppo della conoscenza dei meccanismi molecolari alla base della trasformazione cellulare, la messa a punto di farmaci sempre più mirati e l'identificazione di nuovi strumenti di screening per la diagnosi precoce". Proprio per questo si fa sempre piu' pressante la necessita' di migliorare i programmi di screening e di garatire una pianificazione territoriale piu' omogenea.

Anche Corato parteciperà alla mobilitazione collettiva, organizzando una serie di iniziative sul territorio per sensibilizzare i pugliesi sull'importanza della prevenzione e per raccogliere nuovi fondi da destinare alla migliore ricerca italiana sul tumore al seno.

Nel mese di ottobre, dedicato in tutto il mondo alla prevenzione del tumore al seno, l'ANCI sostiene la campagna AIRC rivolta a tutte le donne. La Consulta Nazionale Femminile - composta da figure di rilievo quali la senatrice ed ex Ministro della Sanita' Mariapia Garavaglia, il medico di famiglia Daniela Martini, la responsabile organizzativa della LILT di Milano Ilaria Malvezzi, il medico e giornalista Rai Livia Azzariti e l'imprenditrice Donatella Paganini - avra' come priorita' la prevenzione primaria, relativa cioe' alla promozione dei corretti stili di vita, a quella terziaria, che fa riferimento a tutte le azioni volte al supporto delle oltre 700.000 donne che in Italia hanno vissuto l'esperienza del cancro al seno. Molte donne oggi possono vivere la propria vita lasciandosi il tumore alle spalle, ma purtroppo non tutte.