Inter, confermato il crack di Vanheusden: rottura del crociato, lungo stop

Regolare Commento Stampare

Ieri, durante il primo tempo della partita di Youth League tra la Primavera nerazzurra allenata da Stefano Vecchi e i pari età della Dinamo Kiev, il diciottenne belga, aggregato in prima squadra da Luciano Spalletti come quarto centrale difensivo, ha subito un gravoso infortunio al ginocchio dopo un brutto scontro di gioco che lo ha costretto a lasciare anzitempo il campo in barella. Questo l'esito degli esami svolti dal calciatore belga, che dovrà osservare un lungo periodo di stop. Ma la visita effettuata in mattinata dallo specialista Koen Lagae non ha lasciato alcun dubbio.

Ai microfoni di Sporza.be è intervenuto il padre di Zinho: "Mio figlio è deluso, è il momento peggiore della sua carriera. Zinho già oggi sta bene sul piano mentale".

Arriva la conferma dal belgio: Zinho Vanheusden, difensore dell'Inter, belga, classe '99, ha riportato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. "Nei prossimi giorni il difensore sosterrà un intervento chirurgico".

CONSEGUENZE - Sarà ora inevitabile per la dirigenza di Corso Vittorio Emanuele fare le opportune valutazioni, al netto delle carenza di elementi nel reparto. Qualche nome? Joleon Lescott, Sebastien Bassong, Cristian Zaccardo (che poche settimane fa si è di fatto auto-candidato) e Cedric Mongongu. A livello di centrale rimane Andrea Ranocchia oltre all'adattato D'Ambrosio.