Addio a Hugh Hefner, celebre editore della rivista Playboy

Regolare Commento Stampare

Lutto nel mondo dello spettacolo: ci lascia, a 91 anni, l'iconico Hugh Hefner, fondatore della rivista Playboy, su cui hanno posato alcune delle donne più belle del mondo, da Ursula Andress a Kim Basinger, passando per Nastassja Kinski e Joan Collins, Pamela Anderson e Drew Barrymore, fino ad arrivare Lindsay Lohan. La notizia è stata diffusa attraverso un comunicato della rivista.

Le donne non devono molto a Hefner, va detto. Parliamo proprio della celebre rivista americana che ha costruito il proprio nome sulla bellezza femminile e il voyeurismo degli uomini. Ma, volenti o nolenti, la sua vita e il suo lavoro hanno significato, invece, molto nella storia della liberalizzazione dei costumi sessuali della seconda metà del Novecento, a partire dal 1953, anno della fondazione di Playboy.

Ha dichiarato suo figlio Cooper, attuale direttore creativo di Playboy: "Mio padre ha vissuto una vita eccezionale come pioniere mediatico e culturale".

CHE LOOK! - Sposato tre volte e due volte divorziato, tra un matrimonio e l'altro Hugh Hefner negli anni ha amato migliaia di donne, arrivando a convivere con ben sette donne contemporaneamente. In poco tempo, la rivista è cult ed Hefner rappresenta perfettamente il sogno americano della fine degli Anni 50. Ma l'opinione che aveva del suo famoso progetto editoriale, non era del tutto scontata: "Quelli che definiscono Playboy un periodico sexy con ragazze nude dimostrano solo di non averlo mai letto". Un uomo che ha saputo come godersi la vita e come insegnarlo agli altri, anche se difficilmente lo si poteva emulare davvero.

Ti potrebbe interessare anche.

.