Twitter sta testando il limite a 280 caratteri

Regolare Commento Stampare

Se il limite di 140 caratteri imposto da Twitter per i suoi cinguettii vi è sempre andato stretto, l'azienda di San Francisco ha ottime novità. La piattaforma ha però ufficialmente comunicato che sono iniziati i test su un gruppo ristretto di utenti per i tweet da 280 caratteri.

Una cosa è sicura: la funzione che consentirà di superare il limite dei 140 caratteri su Twitter riguarderà tutti gli utenti tranne quelli asiatici (coreani, cinesi, giapponesi) per questioni linguistiche, dacché questa fetta dell'utenza può veicolare il doppio delle informazioni in ogni singolo carattere e, il più delle volte, si ritrova persino con un'eccedenza di caratteri non adoperati.

Come spiegato dal fondatore del social network, Jack Dorsey, il limite dei 140 caratteri era stato stabilito arbitrariamente, rifacendosi alla lunghezza degli SMS: i normali messaggi di testo, infatti, sono lunghi 160 caratteri, ma Jack aveva lasciato da parte 20 caratteri per lo username.

Sul blog di Twitter, poi, c'è lo screenshot di una conversazione col nuovo limite di caratteri, per far capire agli utenti il vantaggi nell'avere più spazio di scrittura. Quali? Come detto la modifica di un tweet entro un paio di minuti dalla sua pubblicazione ad esempio o tante, tante ed ancora tante altre soluzione che milioni di utenti hanno proposto sulla Rete. L'ultima trimestrale ha registrato una contrazione di ricavi e pubblicità. Questo è diventato una sorta di status simbol nel corso degli anni, con le proprie opinioni e il proprio pensiero che deve essere espresso in maniera sintetica.