Furgone spericolato tra le vie, panico e guerriglia nel quartiere

Regolare Commento Stampare

Guerriglia nella notte tra un centinaio di residenti e nomadi a Guidonia, vicino a Roma. Protagonisti degli scontri un centinaio di residenti e alcuni nomadi, che vivono in un insediamento abusivo nella frazione di Albuccione.

Da qui l'intervento di alcuni cittadini che, sentendosi in pericolo, hanno ingaggiato per ore un confronto con i residenti del campo nomadi arrivando ad alzare improvvisate barricate e a lanciare sassi e bottiglie.

Sono dovuti intervenire polizia e carabinieri per sedare la protesta scatenatasi all'Albuccione, una zona del comune di Guidonia (Roma), dove cittadini e rom si sono fronteggiati dapprima con insulti e barricate, poi successivamente con una sassaiola, che ha causato il ferimento di un 31enne romano. Sul posto sono intervenuti carabinieri e polizia.

Secondo le prime ipotesi sembra che un rom, presumibilmente ubriaco, si sia messo alla guida del suo furgone scatenando il panico, con un zig zag anche in retromarcia, come ad investire persone in strada e pare che il veicolo si sia lanciato contro una donna. Sul posto però sono giunti anche altri occupanti del campo nomadi e ne è nata una violenta discussione, culminata con il lancio delle stesse pietre.

Il rom alla guida del furgone è stato in seguito intercettato dai carabinieri in via Tiburtina, all'altezza dello svincolo per via Gualandi: è stato trovato con un'accetta, un manganello e un tirapugni ed è stato denunciato per porto di armi e oggetti atti ad offendere. Presente anche il sindaco di Guidonia.