Anche il 'Leardi' a Taranto per l'inaugurazione dell'anno scolastico

Regolare Commento Stampare

E non è stata certo casuale la scelta del plesso di primaria "Giovanni Falcone" dell'istituto comprensivo "Luigi Pirandello", scuola presa di mira una decina di volte dai vandali, scuola di periferia, di un quartiere nato decenni fa per ospitare gli operai del vicino stabilimento siderurgico dell'Ilva. Ha dichiararlo è la Ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli durante il suo intervento a Taranto per inaugurazione dell'anno scolastico. Sono davvero lieto di essere qui, con voi, a Taranto.

Accanto ad esponenti di spicco del mondo dello spettacolo, della cultura e dello sport, si esibiranno studenti di alcune scuole d'Italia. "Ho spesso interpretato il ruolo del cafone, ma non sapete quanto ho dovuto studiare per farlo".

"Dobbiamo tutelare le nuove generazioni e mettere in sicurezza tutte le scuole d'Italia - ha aggiunto - e per questo abbiamo messo in campo un investimento di 9 miliardi di euro per istituti sicuri, sostenibili e innovativi". Non a caso oggi abbiamo distribuito alle giovani e ai giovani il Manifesto delle 'Parole O_Stili', un elenco di dieci principi che li aiuteranno a stare in Rete in maniera corretta. Il futuro, dice Mattarella agli studenti, vi appartiene, ma comincia da oggi: anche dal rifiutare i vandalismi, come quello subito proprio dalla scuola di Taranto ad aprile scorso."Quando si danneggia una scuola, viene ferita l'intera comunità nazionale". Infine sempre sul palco, la delegazione dell'Istituto San Francesco d'Assisi di Altamura(Ba), con "Filastrocca dei piccoli cantori", e quella, molto numerosa, dell'istituto "Antonio Cesari" di Castel D'Azzano (VR), che ha eseguito la coreografia premiata con la medaglia d'argento alle Olimpiadi studentesche di danza. È comprensibile, quindi, che vi siano diverse opinioni.

A tutti alunni presenti in platea verrà distribuito, come da tradizione della cerimonia, uno zainetto che conterrà il kit del libro-fumetto di Geronimo Stilton, esplicativo della Costituzione italiana e della Convenzione dei diritti del fanciullo.