M5S, regionarie Sicilia: il Tribunale conferma la sospensione e invalida incoronazione Cancelleri

Regolare Commento Stampare

Quella del 12 settembre era una sospensione provvisoria.

Nei giorni scorsi i giudici avevano accolto in via cautelare il ricorso presentato da Mauro Giulivi, escluso dalla selezione per non avere fimato un codice etico che gli era stato sottoposto dal Movimento e dallo staff e che era ritenuto necessario per potersi candidare.

Il Tribunale di Palermo ha riconosciuto che il documento non può essere definito come il codice del Movimento che ne ha uno già depositato. "Alla luce del decreto del Tribunale civile di Palermo - scrive - il MoVimento 5 Stelle annuncia che esercitando un suo diritto farà ricorso per far valere le proprie ragioni. I tempi per aspettare la fine del procedimento e per rinnovare le votazioni purtroppo non ci sono più". Così Mauro Giulivi, intervistato da LiveSicilia, commenta la conferma della sospensione, da parte del tribunale di Palermo, delle Regionarie del Movimento 5Stelle, che hanno decretato come candidato a palazzo D'Orleans Giancarlo Cancellieri. "Alla prima udienza dell'8 agosto la causa poteva essere decisa immediatamente ma la difesa del ricorrente ha chiesto un rinvio che il Tribunale ha concesso al 29 agosto". Ma il secondo turno, quello che ha fatto prevalere il nome di Cancelleri quale aspirante governatore, sarebbe da ripetere integralmente.

È un principio fondamentale, che smonta una delle modalità classiche con cui dalla casa madre di Milano (la Casaleggio associati) sono tecnicamente partite fino a oggi comunicazioni di espulsione, o sospensione, o disattivazione dal portale, rivolte a militanti, con un semplice clic o appunto, con l'invio di una mail non formalizzata. La competizione a cui avrebbe dovuto partecipate Giulivi.

"Si, me lo aspettavo". Arrivano i problemi per il Movimento 5 Stelle in Sicilia. Giulivi è inoltre compagno della parlamentare nazionale Chiara Di Benedetto, vicina all'ala dei cosiddetti monaci guidata da Riccardo Nuti, l'ex leader palermitano del M5s sospeso in seguito all'inchiesta sulle firme false per le elezioni amministrative del 2012. "Per questo motivo - aggiunge il deputato regionale grillino - il Movimento 5 Stelle sara' presente alle regionali siciliane del 5 novembre con il sottoscritto, Giancarlo Cancelleri, candidato alla Presidenza della Regione e con la lista, a me collegata, votata dagli iscritti il 4 luglio 2017".