Kalinic al Milan: sconto bonus da parte della Fiorentina. Il retroscena

Regolare Commento Stampare

A dirlo, ai microfoni di Sky Sport 24, il giovane attaccante del Milan Patrick Cutrone. Kalinic era stato il primissimo nome fatto da Montella e che è arrivato per ultimo solo per la voglia di acquistare più una figurina rispetto all'attaccante che davvero serviva alla squadra. Da lui prenderei il sacrificio. Dal Mister i movimenti sotto porta.

E' stata una trattativa davvero lunga e interminabile, che alla fine si è concretizzata anche tramite questo piccolo dettaglio, svelato poche ore fa e che fa capire ancora una volta le reali intenzioni della società e del giocatore. Vestire la maglia del Milan è il mio sogno.

"Il compito di attaccante è quello di aiutare la squadra, sopratutto ieri sul risultato di 2-1".

Le prossime 2 gare con Spal e Sampdoria saranno in quest'ottica già un primo snodo della stagione. Con 6 punti il Milan si presenterebbe al secondo scontro diretto della stagione, contro la Roma, con poca pressione e tutte le possibilità di fare bene sfruttando il fattore campo.