Juventus, Allegri: 'Domani Szczesny dal primo minuto'

Regolare Commento Stampare

Tormentone Bernardeschi, domani in campo dall'inizio?

"Bernardeschi può partire dall'inizio o entrare a gara in corso. Posso dire che domani in porta giocherà Szczesny e non Buffon, per quanto riguarda gli altri valuterò dopo l'allenamento".

I punti si faranno con le grandi?

"L'importante è vincere le partite con le medio-piccole, sono punti importanti". Vinto e pareggiato con il Napoli.

"Stessa difesa di Reggio Emilia (Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro)?".

Difesa? Non so. Abbiamo anche perso De Sciglio per 40 giorni, peccato perché il ragazzo si era quasi ripreso. A livello offensivo la squadra sta facendo numeri incredibili. A livello difensivo, invece, meno bene. L'anno scorso la cosa strana fu che negli scontri diretti ci furono pochissimi pareggi. "Sono momenti di gestione attraverso cui passerà la nostra stagione".

Higuain in campo domani? Ha segnato due volte in quattro partite. Dybala l'anno scorso ha giocato tante partite senza segnare. Può giocare lui, può giocare Mandzukic.

Cambio modulo? Cerca la formula magica? Ma rientra Howedes, che è disposizione, anche se non da titolare. "È un giocatore che mi permette di giocare anche a tre dietro". Domani, ore 20.45, sarà Juventus-Fiorentina all'Allianz Stadium. "Non l'abbiamo programmata da tempo".

Contro la Fiorentina, Allegri si affiderà al turnover: "Qualcosa cambierò". Stiamo bene fisicamente ma devo tenere in considerazione il calendario. A Barcellona ha fatto una buona partita così come a Sassuolo. "E lì che non bisogna prendere tiri e ripartire". Chiesa è uno dei ragazzi più bravi che abbiamo in Italia, avrà un futuro importante.

Che gara si aspetta dalla Fiorentina? "Non possiamo e non dobbiamo sbagliare domani".

Si aspettava impatto di Matuidi, già così presto? Sta crescendo e finora giudico positivo il suo impatto con la Juventus. È più responsabile. Gioca palloni pesanti e in fase di non possesso intercetta molte palle. "In questo momento è uno dei centrocampisti più forti in circolazione, le qualità le ha sempre avute".

Infine, Allegri si concentra sui singoli: "Douglas Costa ha avuto un momento di ambientamento e adattamento rispetto ai carichi di lavoro".