Ciclismo, mondiali di Bergen, Oro per l'azzurra Pirrone

Regolare Commento Stampare

Una medaglia inattesa, che arriva ancora una volta dagli juniores e fa aprire col sorriso la giornata azzurra ai Mondiali di ciclismo di Bergen (Norvegia): dopo il bis italiano nella cronometro femminile, gli juniores risultano "vincenti" anche al maschile, regalando all'Italia la terza medaglia iridata.

A un 2017 già indimenticabile, Antonio Puppio aggiunge anche l'argento ai Mondiali di Bergen. L'azzurro Puppio si è superato nella seconda parte di gara, recuperando secondi nei confronti dell'inglese e tenendo a distanza gli inseguitori, il polacco Maciejuk ed il norvegese Leknessund, attuale Campione Europeo in carica della specialità.

"Non mi aspettavo il podio, ma per come è andato sin dall'inizio ci ho creduto", le parole rilasciate a caldo ai microfoni Rai dal commissario tecnico Rino De Candido, che si complimenta con il suo pupillo per la grande prestazione offerta, nonostante il ragazzo appaia un po' contrariato per non aver centrato il primo posto che evidentemente sentiva di poter far suo.

"Quest'anno a livello internazionale Alessia non ha avuto modo di esprimersi - ha continuato il CT a proposito dell'argento della Vigilia - perché aveva sempre il confronto con Pirrone e Paternoster. Voglio dedicare la vittoria ai miei genitori che sono eccezionali".

Le altre due medaglie per l'Italia erano arrivate ieri, nella prima giornata di gare, con il dominio nella Crono Donne Juniores delle azzurre.

"Lontane dal podio le azzurre Elisa Longo Borghini (18° a 2'07") e Lisa Morzenti (24° a 2'31").