Wayne Rooney, patente ritirata e servizi sociali: "Chiedo scusa a tutti"

Regolare Commento Stampare

L'attaccante inglese infatti è alle prese con una condanna giuridica.

Manchester - Due anni senza poter guidare.

Ad Agosto, Wayne Rooney, attaccante in forze all'Everton, era stato arrestato per guida in stato di ebrezza non lontano da casa sua nel Cheshire.

"Voglio chiedere scusa a tutti pubblicamente per la mia assoluta mancanza di giudizio, il mio è stato un comportamento totalmente sbagliato" - ha dichiarato Rooney in tribunale - "Accetto la sentenza e spero che possa farmi pedonare attraverso il mio servizio in comunità".

L'avvocato della stella dei Toffes, Mike Rainford, ha cercato di evitare almeno i servizi sociali, valutando l'attività benefica svolta dal giocatore, ma il giudice ha ritenuto che questo sconto avrebbe ridotto il peso complessivo della pena. I suoi valori al test dell'etilometro hanno superato di circa tra volte il limite consentito dalla legge inglese: inoltre, in auto accanto al centravanti dell'Everton c'era anche una giovane ragazza.

EVERTON, ROONEY ANCORA NEI GUAI- Il suo ritorno all'Everton, squadra della sua città e che lo aveva lanciato da ragazzino, aveva commosso tutti i nostalgici del pallone. Un rendimento assolutamente al di sotto delle aspettative dopo un mercato faraonico da oltre 130 milioni di euro.