Roma, donna trovata nuda e con le mani legate a Villa Borghese

Regolare Commento Stampare

Una donna tedesca di 57 anni è stata trovata nuda e legata ad un palo a Villa Borghese, a Roma. Ha visto la donna con i nodi ai polsi e alle caviglie e un fazzoletto in bocca che le impediva di urlare.

L'uomo è subito sceso dall'auto, ha slegato la donna e dopo averla aiutata a coprirsi ha chiamato le forze dell'ordine.

Sul posto sono giunte una volante del commissariato Villa Glori e la polizia scientifica. Era evidente che si trattava di una faccenda seria, e ha capito che qualcosa di molto grave era accaduto alla donna, in evidente stato di agitazione.

Confuso, come c'era da aspettarsi, il racconto che ha fatto la donna ai suoi soccorritori. Dopo le visite mediche, la polizia ha interrogato la vittima che ha detto di essere in Italia da sei mesi per un progetto di lavoro e di essere stata stuprata a pochi passi dal palo in cui è stata trovata. All'ospedale per gli accertamenti di rito i medici avrebbero riscontrato i segni di una violenza sessuale. A lanciare l'allarme è stato un tassista che stava transitando a Villa Borghese, in viale Washington, intorno all'una. Vicino al palo sono stati trovati gli abiti della donna.

Sono stati gli infermieri ad avvertire poi la polizia.