Corea del Nord vicina alla realizzazione di un missile balistico intercontinentale

Regolare Commento Stampare

Corea del Nord vicina a missile balistico intercontinentale La Corea del Nord e' "vicina alla fase finale" di sviluppo di un missile balistico intercontinentale Icbm: lo sostiene il ministero della Difesa di Seul in un rapporto al parlamento. "Per gli Stati Uniti, non sono altro che strumenti di servizio per il suo dominio coloniale e la dominazione sulla Corea del Sud (...) Il destino di un servitore coloniale è affrontare una fine tragica (...) È giunto il momento che le attuali autorità sudcoreane comprendano la verità". Il ministero, riporta l'agenzia Yonhap, solleva la possibilità che il Nord effettui "provocazioni addizionali strategiche", come più lanci di missili e anche il settimo test nucleare. Nuovo avvertimento degli Usa al regime nordcoreano: 4 caccia F-35B Stealth e due bombardieri strategici B-1B hanno simulato un bombardamento nei cieli della penisola coreana. Ad affiancare gli aerei statunitensi, il governo di Seul ha inviato anche 4 aerei F-15K, dopo di che sono rientrati tutti nelle proprie basi di appartenenza in Giappone e a Guam.

Da parte sua, il rappresentante permanente della Corea del Nord alle Nazioni Unite ha inviato una lettera al Consiglio di Sicurezza per chiedere che sia discussa in via urgente la questione delle esercitazioni militari congiunte tra Stati Uniti e Corea del Sud. Il parlamento della Corea del Sud ha commentato così il lancio di venerdì 15 settembre da Pyongyang di un missile nell'oceano Pacifico che ha sorvolato il Giappone con una traiettoria di 3700 chilometri. Il razzo, lanciato dai pressi della capitale Pyongyang, ha viaggiato per ben 3.700 chilometri, affondando verosimilmente nel Pacifico Nord, e a una altezza di circa 770 chilometri.