Milan, Montella: "Sarà una gara di transizione, diversa dall'Italia"

Regolare Commento Stampare

Inserire Romagnoli per dare una mano a Bonucci e Musacchio e spostare Rodriguez e Conti (quando rientrerà) vicino ai centrocampisti, garantendo così maggiore densità in mediana e maggior coinvolgimento degli esterni nella manovra offensiva. Davanti in due, che possono diventare anche due e mezzo se tra i tre centrali di centrocampo venisse schierato Çalhanoğlu, che ha già fatto più volte sapere che gradirebbe giocare nel suo ruolo, ovvero dietro le punte. Il cambio di modulo? Dal quintetto a punteggio pieno prima della sosta per la balbettante parentesi della Nazionale di Giampiero Ventura, si sfilano la Sampdoria, per il rinvio (forse frettoloso, ma questa è l'Italia, si passa dalla sottovalutazione alla sopravvalutazione in un amen) della partita con la Roma, e il Milan, strapazzato dalla Lazio di Simone Inzaghi. Possiamo giocare con tanti moduli, soprattutto 3-5-2 e 4-3-3.

Rosa. "So di avere giocatori che mi danno più possibilità tattiche". "Sta crescendo di condizione, è un giocatore altruista che sa attaccare la profondità". Kessie un po' in calo? Non devo pensare nel breve ma a lungo termine, ci aspettano altre 6 partite in 20 giorni. Abbiamo fatto sette partite ufficiali: 6 vittorie e una sconfitta. "Non sempre si può vincere con la tecnica e la tattica, come a Vienna".

Suso:"Ce ne sono pochi come lui". E' determinante, salta l'uomo, ha guizzo. "È un calciatore che può fare l'interno, la seconda punta o l'esterno".

L'Europa League:"Rientrare in Europa è importante, è la casa del Milan e va onorata al massimo". Il primo obiettivo ora però è quello di superare il turno, possibilmente al primo posto del girone. Cutrone ha iniziato il campionato ingranando subito e Suso si è dimostrato l'elemento imprescindibile che il tecnico ritiene che sia. "E' un avversario sottovalutato rispetto al reale valore". Non è una partita scontata, va giocata e va vinta.