Omicidio a Montesilvano killer uccide giovane rom e fugge

Regolare Commento Stampare

La tragedia si è consumata all'interno di un locale il 'Ristobar -Birrami' della città adriatica quando improvvisamente è entrato il killer con il volto coperto da un passamontagna ed ha freddato con un colpo di fucile al volto il giovane.Poi è uscito e si è allontanato a piedi ma è probabile che in zona ci fosse qualche complice ad attenderlo con una macchina. Le indagini sono in corso a cura dei carabinieri del Nucleo investigativo di Pescara e del Gruppo di Montesilvano, coordinati dalla Procura di Pescara, ma le videocamere installate all'esterno del locale, il cui video è stato diffuso in esclusiva da Il Centro, avrebbero immortalato il killer.

All'arrivo dei carabinieri nel pub il primo ad essere stato interrogato è stato il titolare, Croce Tarquinio: "Da come mi ha raccontato la madre - spiega Tarquinio - Antonio era venuto a comprare le sigarette alla tabaccheria qui accanto, poi è entrato in una sala slot dove ha preso una birra da asporto". Ho alzato la testa, Antonio era caduto a terra e mi sono trovato davanti una persona con un fucile. Dagli accertamenti degli inquirenti è emerso che si tratterebbe di un fatto estemporaneo: non ci sarebbe alcun tipo di premeditazione o organizzazione del delitto. L'assassino ha agito a sangue freddo, con estrema calma. Conoscevo Antonio, era un ragazzo di 20 anni, un bravo ragazzo. Stava bevendo qui fuori, quando dalla vetrina ha visto delle persone che conosceva ed è entrato a salutarle. In quel momento Antonio, che era qui da solo, stava parlando con me, vicino al bancone. "Non veniva qui spesso".