Milan, Montella: "Possiamo cambiare modulo, su Kalinic, Rodriguez, Bonaventura, Kessie e Suso."

Regolare Commento Stampare

Un ringraziamento a tutti i lettori di TuttoMercatoWeb. I rossoneri affronteranno in trasferta l'Austria Vienna. "Ha avuto qualche problema di ambientamento e quindi credo che questa tripletta lo aiuterà". Conosco bene i nostri avversari, sono squadre sottovalutate.

- La scelta di non fare allenamento a Vienna: "Ho preferito vedere e studiare i video e poi lavorare più tranquillamente a casa con la squadra". In più il suo è un ruolo molto dispendioso e abbiamo tante partite nei prossimi 20 giorni. Domenica, come ha detto il mister, abbiamo fatto una brutta figura.

- La crescita di Suso: "Ce ne sono pochi come lui". E' determinante, salta l'uomo, ha guizzo. "Squadra in continuo movimento, organizzata e propositiva. Sarà una gara di corsa e transizione, molto diversa da quelle del calcio italiano". Per quanto riguarda l'Europa League e le ambizioni del Milan, "torniamo a casa, per cui e' una competizione che va rispettata e onorata facendo il massimo". L'obiettivo è passare il turno, possibilmente da primi in classifica, poi penseremo al resto.

- A Roma, calo fisico di Kessie? Ha le caratteristiche giuste per giocare con un'altra punta. "Spero di poter continuare così, ogni sette partite una sconfitta vorrebbe dire secondo posto (ride, ndr)".

"Noi non siamo quelli visti a Roma, però dobbiamo dare risposte importanti soprattutto a livello di temperamento". Non ho avuto disturbo, fa parte della comunicazione, è giusto che sia così. È pronto per giocare e deve iniziare a mettere minuti nelle gambe. Lo studio per l'Austria Vienna: "Siamo molto preparati, tutta la squadra lo è".

- L'utilizzo di Bonaventura: "Jack ci dà imprevedibilità, ma sta crescendo di condizione. Bisogna portare avanti più calciatori possibili". "Mi aspetto che metta in mostra le sue caratteristiche migliori". Ora devo solo giocare per tornare al meglio.

Montella ed Alessio Romagnoli hanno appena lasciato l'hotel in direzione Prater, luogo dell'odierna conferenza stampa. Con la differenza che questa volta pesa parecchio la sconfitta umiliante maturata in campionato contro la Lazio.