F1, Singapore: Ferrari avanti, Vettel in pole

Regolare Commento Stampare

Ore 15:41 - Finisce la Q2: Tutti i big accedono alla Q3 che deciderà la griglia di partenza nella Top Ten, mentre sono stati eliminati Palmer, Perez, Kvyat, Ocon e Grosjean. Seconda posizione per Daniel Ricciardo, staccato ben tre decimi da Vettel, seguito da Max Verstappen e dalla sorpresa Kimi Raikkonen. Se Kimi Raikkonen ha combattuto con problemi di temperatura delle gomme e con una giornata opaca a livello personale, Sebastian Vettel non è stato in grado di fissare un tempo di rilievo per problemi di traffico, prima, e per un errore in uscita da curva 10 nel tentativo successivo. "La macchina è stata fantastica - ha commentato Vettel ancora carico di adrenalina, appena sceso dalla sua vettura - Quando senti che la Ferrari prende vita, ci fai quello che vuoi". Sebastian Vettel, intervistato alla fine delle prove, si è detto grato e soddisfatto del lavoro dei suoi ragazzi. "Cerchiamo di fare il meglio ognuno nel nostro ruolo". E' una di quelle corse che aspetti per tutto l'anno, ma allo stesso tempo non vorresti mai arrivarci perché sai quanto sia difficile. C'è bisogno di spirito di squadra.

INIZIO IN SORDINA Sul circuito di Singapore la Ferrari era data come favorita, ma al termine del venerdì di libere il risultato ottenuto da Maranello sembra andare esattamente nella direzione opposta. Abbiamo avuto la prova perfetta oggi. Chiaro che la speranza è che accada anche qui la stessa cosa e quando Vettel guida in quel modo e parte davanti a tutti, difficile che venga superato, questo lo sanno tutti a partire da Sebastian che è apparso rinfrancato rispetto a sole 24 ore prima in cui pareva annaspare alla ricerca di una soluzione che non si trovava. In difficoltà le Mercedes con Lewis Hamilton (1'40 " 126) e Valtteri Bottas (1'40 " 810) che come due anni fa partiranno dalla terza fila rispettivamente con il quinto e il sesto tempo.

Il semaforo verde della gara si accende invece domenica 16 settembre alle 14. Poi Lewis Hamilton su Mercedes a 934 millesimi.

A due settimane dalla gara di Monza, decisamente sfortunata per la Ferrari, la Formula Uno si prepara a scendere in pista per un nuovo appuntamento, il Gran Premio di Singapore.

Restare davanti a tutti dopo le prime due curve significherà ipotecare la gara rimbalzando i tentativi di assalto al primato che di certo arriveranno dall'irrequito Max.