Bankitalia: "A luglio nuovo record del debito a 2.300 miliardi"

Regolare Commento Stampare

Si tratta di una percentuale tra le più elevate delle economie del G7: ad esempio, in base agli ultimi dati la Federal Reserve dopo i pesanti interventi seguiti alla crisi finanziaria detiene titoli del Tesoro Usa per 2.465 miliardi di dollari, pari al 12,4% del totale (19.845 miliardi). Lo segnala la Banca d'Italia nel fascicolo "Finanza pubblica, fabbisogno e debito". Lo comunica la Banca d'Italia spiegando che l'incremento ha riflesso l'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (per 32,9 miliardi, a 85,6; erano pari a 101,0 miliardi a luglio 2016), in parte compensato dall'avanzo di cassa delle Amministrazioni pubbliche (13,3 miliardi).

Per quanto riguarda le entrate tributarie, nei primi sette mesi del 2017 sono state pari a 233,1 miliardi, in diminuzione dell'1,2% rispetto al corrispondente periodo del 2016 ma soprattutto per via dello slittamento di alcune scadenze. In un anno, rispetto a luglio 2016, l'aumento è stato invece di 43,8 miliardi.