Trenitalia, Orazio Iacono ad e dg

Regolare Commento Stampare

L'amministratore delegato, Barbara Morgante e tutto il cda hanno presentato le proprie dimissioni nella serata del 12 settembre. Nominata amministratore delegato di Trenitalia nel dicembre 2015, Morgante torna così nella capogruppo Fs, assumendo la responsabilità della Direzione centrale governance partecipazioni estere del gruppo, costituita con l'obiettivo di gestire lo sviluppo e la valorizzazione delle attività internazionali di Fs.

Il Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane ha designato, in data odierna, i componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione di Trenitalia.

Barbara Morgante lascia a sorpresa l'incarico di amministratore delegato di Trenitalia e al suo posto arriverà Orazio Iacono, ora a capo della divisione passeggeri regionali.

L'addio della Morgante potrebbe essere frutto degli attriti con l'AD di FSI, Renato Mazzoncini, sulle prospettive di sviluppo dell'Alta Velocità in Italia nei prossimi anni. In un comunicato, FSI mette di fatto a tacere le voci di dissidi interni complimentandosi con l'operato di Barbara Morgante alla guida di Trenitalia: "I risultati positivi, economici e industriali, conseguiti nel biennio appena trascorso, rendono l'incarico di Barbara Morgante in Trenitalia un processo compiuto e costituiscono un modello di successo e determinazione". Mazzoncini, infatti, punta a quotare in borsa la società Ferrovie dello Stato, nello specifico la società che gestisce Frecce e Intercity, mantenendo pubblici gli asset che gestiscono la rete dei binari e delle infrastrutture.