Juventus, un debutto choc Messi immenso, tris Barça

Regolare Commento Stampare

Dopo la sconfitta della Juventus contro il Barcellona, sui social network ci sono stati tantissimi utenti che hanno deriso Sky, in particolare Caressa, perché avrebbero sostenuto che Dybala sia più forte di Messi. Mura scrive: "Il primo atto europeo la rimanda all' ultimo atto della scorsa stagione: come a Cardiff, è come se la Juve fosse rimasta nello spogliatoio". Per tutto il primo tempo - a dispetto delle numerose assenze - la squadra di Allegri, innestata sul 4-2-3-1, con De Sciglio in difesa e Bentancur sulla linea dei trequartisti, ha tenuto botta ai catalani, costruendo palle gol (6' De Sciglio sinistro dalla distanza a lato; 9' contropiede Douglas Costa-Dybala con conclusione parata; 12' conclusione di Pjanic neutralizzata da Ter Stegen; 24' Douglas Costa per Bentancur stoppato da Jordi Alba). Immenso. Credo che a nessuno, nemmeno a Dybala, convenga attualmente essere paragonato a Messi.

Blaise Matuidi è tornato al Camp Nou per la prima volta dopo l'incredibile nottata vissuta nel ritorno degli ottavi dello scorso anno quando, con il Psg, subì la storica rimonta blaugrana.Non è stato effettivamente un bel ritorno quello del centrocampista francese che, dopo aver perso per 6-1 nello scorso marzo, ha capitolato con la sua Juventus per 3-0. "Per di più sgraziata da un dilettantismo improvviso, passaggi sbagliati, errori tecnici elementari". "Tra Dybala e Messi c'è stata una differenza così grande, così sostanziale, da farci sembrare tutti matti quando ne abbiamo invocato il confronto". Dybala cerca poco l'uno contro uno, saltare l'avversario quasi lo intimorisce, la profondità che di solito cerca insistentemente nel corso dei 90 minuti ieri non si trova. "La Juve adesso ha soprattutto bisogno d' intelligenza", si legge nell'editoriale di Sconcerti sul Corriere della Sera.