Buffon: "Barcellona? Non meritavamo di perdere 3-0"

Regolare Commento Stampare

Pochi giorni fa, lo stesso Barcellona, per giunta indebolito dalla partenza di Neymar, ha vinto e Messi ha segnato per la prima volta a Buffon.

Il portiere bianconero ha analizzato così l'incontro. La squadra di Massimiliano Allegri è uscita con le ossa rotte dal Camp Nou, schiacciata dai colpi di un mostruoso Leo Messi, che soltanto cinque mesi fa, dopo il 3-0 rifilato dalla Juve ai blaugrana all'Allianz Stadium, qualche "visionario" aveva osato definire oramai sulla strada del tramonto.

Juve ammaccata ma pronta a rialzarsi, parola di Buffon. Mi ha sorpreso la rotondità del risultato, non lascia spazio a repliche ma penso che sia stato troppo sonoro per il tipo di gara che abbiamo fatto nel primo tempo. Con la continuità di rendimento che ha dimostrato in questo anno e mezzo, credo che si sia meritato la grande attenzione. Quindi che sia la Spagna, il Barcellona o il Real Madrid si va sempre a salutare Piquè, Sergio Ramos, Isco e dopo un po' è frustrante. Nel secondo tempo le maglie si sono allargate perché avremmo voluto recuperare. Per chi è abituato a vincere e ad essere protagonista in positivo in gran parte delle proprie partite, arrivare da una trasferta così è sicuramente un qualcosa che infastidisce, però è una cosa positiva che si provi questo sentimento e le squadre forti e gli uomini forti devono dimostrare di esserlo quando superano le difficoltà. "Domenica contro il Sassuolo è una partita che servirà per ripartire con una rinnovata fiducia e una tempra da Juve". Quando calcia uno come lui o come Cristiano Ronaldo, ti accorgi che il peso della palla è diverso rispetto a quella calciata da un giocatore "normale": a fine partita gli ho fatto i complimenti con grande sportività. Dopo 45 minuti di buon livello è stato sufficiente un gol, quello di Messi sul finire di primo tempo, perché i bianconeri da quel momento venissero messi alle corde.

"Tutti gli anni la squadra all'inizio prende gol: un po' dipende dal calendario, un po' dal fatto che cambiando determinati giocatori la fase difensiva debba essere migliorata". Dobbiamo capire bene cosa significa affrontarli perché quando gioca Messi si vede che mette una rabbia in campo che lo fa diventare di un'altra categoria.

Juve protagonista in Italia e in Europa.

.

Ciononostante non tutto è da buttare, ma, anzi, la sconfitta del Camp Nou può rappresentare un crocevia importante nell'economia di una stagione che è ai suoi esordi. Fra noi tre portieri c'è una grande sintonia e un gruppo di lavoro fantastico. R: "La Juve ha mantenuto una straordinaria forza di squadra e nei singoli secondo me è anche migliorata in quanto a qualità e quantità". Quello che deve stimolare tutti noi è la capacità di saper soffrire e di leggere le partite, per capire cosa c'è davvero da fare in determinati momenti. "Se cresciamo su questo aspetto, secondo me faremo un notevole passo in avanti".

Buffon difende Dybala e Higuain.