Milan, la conferenza di Montella LIVE

Regolare Commento Stampare

"Non siamo quelli visti a Roma", è la frase piena di orgoglio di Vincenzo Montella, alla vigilia del debutto in Europa League contro l'Austria Vienna.

La rosa a disposizione: "Sono convinto di avere giocatori che mi diano più possibilità tattiche. Non sarà la prima volta della difesa a 3, risale già all'anno scorso". "Ero preparato, fa parte della comunicazione e dei media".

Chi potrebbe trovare più spazio col nuovo modulo è Kalinic: "Sta crescendo di condizione, è altruista ma sa attaccare la profondità". Rendimento altissimo, ma siamo una squadra e qualcuno riposa in una partita piuttosto che un'altra. Per quanto riguarda Bonaventura invece: "Jack ci dà imprevedibilità, ma sta crescendo di condizione. Come per Kalinic e Romagnoli non devo pensare a breve termine, abbiamo altre 6 partite in venti giorni dunque non si può giocare sempre". "Spero di poter continuare così, ogni sette partite una sconfitta vorrebbe dire secondo posto (ride, ndr)".

L'Europa League insomma non è una cartina tornasole per questo Milan. "Il primo obiettivo è passare questi gironi, poi penseremo ai passaggi successivi". Su una domanda riguardante l'Austria Vienna, avversario storico dei rossoneri, ha scherzato: "Le finali di Champions giocate dal Milan qui?" Credo sia una gara molto difficile a livello difensivo. "Sarà una gara di corsa e transizione, molto diversa da quelle del calcio italiano".

Ecco perché il nome di Alessio Romagnoli è tornato alla ribalta, tanto da parlare nella conferenza stampa pre-partita: "Domani dobbiamo riscattare la brutta gara con la Lazio". Come lui ce ne sono pochi. Determina, ha il guizzo e salta l'uomo. Romagnoli è un giocatore unico all'interno della rosa del Milan, visto che è l'unico mancino puro fra i difensori milanisti e nell'idea di gioco di Montella è in grado di far girare velocemente il pallone nella prima uscita della manovra offensiva.

SU RODRIGUEZ- "Sta giocando molto, ha fatto anche due gare in nazionale". In più il suo è un ruolo molto dispendioso e abbiamo tante partite nei prossimi 20 giorni. "La squadra è cambiata molto, i ragazzi devono allenarsi e giocare insieme e purtroppo c'è stato poco tempo per farlo". Ora devo solo giocare per tornare al meglio.

REAZIONE - "Non siamo quelli di domenica scorsa".