Gasperini: sarà una grande avventura Koeman: Rooney c'è, non dico chi gioca

Regolare Commento Stampare

Lo sponsor tecnico ha realizzato anche una casacca da utilizzare nelle gare in trasferta, che sarà invece bianca con bordi delle maniche e del collo nerazzurri.

L'allenatore dei bergamaschi Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa riservando una nota di merito nei confronti della famiglia Percassi. E' un girone difficile, tra i piu' duri della competizione, incontriamo squadre di Premier, della Ligue 1 (il Lione, ndr) e anche quella cipriota (l'Apollon Limassol, ndr) non e' un'outsider, pero' anche noi arriviamo da un quarto posto in A e vogliamo rappresentare al meglio il nostro campionato.

"Per me è stato molto importante, ho desiderato rimanere a Bergamo".

Piedi e testa perfetti, da vero leader, il valore del Papu Gomez è immenso, proprio come le sue parole: "L'Everton è una squadra storica ed esperta, siamo consapevoli del loro potenziale, ma noi faremo il nostro gioco". Spero che debba ancora arrivare, ogni stagione bisogna ricominciare e tentare di andare più avanti.

Sono passati ormai quasi trent'anni da quell'Atalanta che fece grandi cose in Coppa UEFA. Abbiamo entusiasmo, dietro di noi, e una competizione su cui puntiamo molto. Detto che le alternative ai due assenti sono Castagne e Kurtic, c'è un cenno anche alla star, data in dubbio, degli avversari di turno: "Su Rooney non ho notizie, quindi non posso dire nulla - precisa Gasperini -". Giovedì inizia questa avventura: grande è il mio entusiasmo, non ci dormo già la notte. Negli ultimi due giorni abbiamo dovuto rinunciare a Ilicic e Gosens. In A bene o male conosci tutti, questa è la parte differente. "Io personalmente sarei felice se ci fosse, anche se la sua assenza sarebbe un grosso vantaggio per noi". "Per domani, per quanto non la annunci, siamo pronti".