Milan, Montella: "Difesa a tre? Era già in programma…"

Regolare Commento Stampare

"Conta di più la sostanza".

I fatti sono noti: ieri, nel grigiume dell'Olimpico la Lazio di Simone Inzaghi ha dato una sonora strigliata al Milan di Montella, evidenziandone più di una debolezza ma, soprattutto, sfruttandole tutte al massimo. Giusto o no, il tecnico rossonero non si tira indietro, ci ha messo prima e dopo la faccia. "Voglio vedere fiducia e la fame necessaria per giocare a certi livelli". "Analizzandola e rivedendola abbiamo avuto soltanto e dico soltanto, rispetto al risultato, 15' in cui abbiamo staccato completamente la spina". La mancanza di reazione? Vero che si pensava essere un po' più avanti con il lavoro.

"Negli ultimi due mesi abbiamo fatto tantissimi acquisti ed abbiamo ricevuto tantissimi complimenti". Poi nel calcio italiano trovi squadra forti come la Lazio in grande giornata e ci può stare di perdere.

E' a questo punto che Montella prova a rimescolare le carte: fuori Cutrone e Borini per Kalinic e Calhanoglu, gol sfiorato con Musacchio, poi fuori anche Suso per Bonaventura, ma il copione non cambia più.

"E' una brutta sconfitta, ci sono state tante cose negative su cui dobbiamo lavorare". Dobbiamo imparare a essere polivalenti, cambiare in corsa. Dopo l'addio di Arrigo Sacchi, il Milan riuscì ancora a togliersi delle soddisfazioni sia in campo nazionale, sia in quello internazionale, visto che la stagione 1993-1994 rappresentò un'annata memorabile per i rossoneri, vittoriosi sia in campionato che in Champions League (battendo addirittura per 4-0 il Barcellona nella finale della competizione).

Pensa che il passaggio alla difesa a tre sia necessario per facilitare Bonucci? Non lo ricordano tutti, forse, ma noi abbiamo già giocato a tre dietro con altri interpreti in Europa League. "Romagnoli c'era, che è l'unico centrale difensivo mancino dei 6 che abbiamo in rosa e sicuramente era già era programmata la possibilità di riproporre la difesa a tre qualora ci fosse stata la possibilità di provarla in allenamento".