Nubifragio a Livorno. Tre morti a Monterotondo

Regolare Commento Stampare

"Ha piovuto tantissimo, ci sono grosse difficoltà, sono esondati alcuni corsi d'acqua, vengono segnalati smottamenti a Montenero", riferisce il primo cittadino che si sta recando a una riunione convocata dalla prefettura. Sulla città e i suoi dintorni nella notte hanno soffiato venti fortissimi e molte strade si sono allagate, trasformandosi in fiumi. I vigili del fuoco hanno ritrovato tre cadaveri nella zona di Monterotondo, non lontano da Montenero, sulle colline della città labronica. Anche i comuni limitrofi di Stagno e Collesalvetti sono finiti sott'acqua con enormi disagi per la circolazione. La superstrada Firenze-Pisa-Livorno risulta chiusa per allagamento, praticabile la viabilità secondaria. In particolare nel Livornese, a Quercianella, è stato evacuato un campeggio. Per supportare i comandi provinciali interessati dagli eventi meteo, la sala operativa della direzione toscana dei vvf ha poi attivato, dalla notte scorsa, la sala decisione e supporto tecnico richiamando personale in servizio ed è stato preallertato un elicottero per le eventuali necessità.

In precedenza l'ondata di maltempo aveva investito il Pisano. I temporali hanno scaricato soprattutto in mare.

A Pisa, le piogge e il forte vento, hanno provocato il crollo del tetto di un appartamento. Il fronte si è comunque spostato verso il Levante della Regione, dove resta l'allerta arancione.