Icardi-Perisic e l'Inter stende 2-0 la Spal

Regolare Commento Stampare

Ecco le scelte di Spalletti e Semplici.

Luciano Spalletti siede sulla panchina nerazzurra solo da pochi mesi ma sembra aver già lasciato il segno sui giocatori e sulla squadra: negli anni scorsi l'Inter ha sempre annoverato la presenza di grandi campioni ma non è mai riuscita a farli andare ad accordo e a sposare tutti un'unica causa, Mancini, De Boer e Pioli hanno infatti fallito nell'intento. Lo sanno benissimo Fiorentina e Roma, entrambe sconfitte regolate con tre reti a testa da Icardi e compagni: i toscani superati 3-0 a San Siro, mentre i giallorossi beffati all'Olimpico per 1-3. Apre le danze Icardi, il quale realizza il penalty procurato da Joao Mario, e chiude Perisic, autore di una realizzazione pazzesca al volo. Scuote la traversa della porta dell Spal Milan Skriniar al minuto 73, discesa improvvisa e botta dalla lunga distanza: slovacco vicinissimo al suo primo gol in nerazzurro. Sostituzione anche nell'Inter con Marcelo Brozovic al posto di Joao Mario. Nel finale poi ci ha pensato Perisic, che proprio nei giorni scorsi ha rinnovato fino al 2022, con un eurogol a mettere in ghiaccio la partita. Semplici inoltre dovrà fronteggiare le assenze di Meret (Gomis si sta comunque facendo valere in mezzo ai pali), Oikomonou e Floccari.

La Spal contro l'Inter. A tre minuti dal termine il sigillo di Ivan Perisic: assist di D'Ambrosio e sinistro violento all'incrocio del croato. Al 54′ la Spal ha una grandissima opportunità ma Skriniar salva tutto e nel farlo viene colpito da un calcio involontario di D'Ambrosio, tanta paura ma fortunatamente non è nulla di grave.

Spal (3-5-2) - Gomis; Salamon, Vicari, Felipe; Lazzari, Schiattarella, Viviani, Mora, Mattiello; Borriello, Antenucci. All.

Nei minuti successivi la squadra di casa sfiora il raddoppio in due situazioni, la prima con uno spunto di Icardi e la seconda con un tiro da fuori di Candreva, ma Gomis si fa trovare pronto.

ARBITRO - Sarà il sig.

Arbitro: Gavillucci di Latina. Addetti al VAR Mazzoleni e Giua.