Giornata europea della cultura ebraica. Sette gli appuntamenti in Calabria

Regolare Commento Stampare

Un appuntamento, dal tema "La diaspora".

Domenica 10 settembre, sarà la Sicilia la regina - per il nostro Paese - tra le regioni che ricorderanno gli ebrei e la loro cultura.

Nel pomeriggio proseguono le visite promosse da Istoreco alla scoperta dei luoghi della cultura ebraica: dalle ore 16 alle 17 si svolgerà una passeggiata culturale con Alessandra Fontanesi di Istoreco alla scoperta delle origini del ghetto, costruito nella seconda metà del XVII secolo per volere della duchessa Laura Martinozzi vedova del duca Alfonso d'Este, attraversando le vie che lo compongono: le attuali via dell'Aquila, via Monzermone, via Caggiati, via della Volta e via San Rocco. Grande attesa anche per l'inaugurazione della mostra Israele.

A FIRENZE, nella Sinagoga di Via Carlo Farini e nel giardino antistante, degustazioni, musica con la Klezmerata fiorentina, incontri d'autore con la scrittrice israeliana Ayelet Gundar Goshen e la mostra "Kadima".

Diverse iniziative anche a Verona, con la sinagoga che sarà visitabile durante l'intero arco della giornata.

A BOLOGNA, visite guidate e conferenze in Sinagoga (Via de' Gombruti, 9), e al Museo ebraico (Via Valdonica 1/5) esibizione del clarinettista Gabriele Coen, che propone una originale sonorizzazione dal vivo del film muto Der Golem (1920) di Paul Wegener.

A Modena e a Reggio Emilia domenica 10 settembre la Comunità ebraica apre dunque le proprie porte a tutti i cittadini, con una serie di iniziative di approfondimento che si protrarranno per tutta la giornata. "Identità e dialogo". Uno spunto per scoprire la storia dell'esilio del Popolo ebraico, durato quasi due millenni, a seguito delle due Diaspore dalla terra d'Israele occorse nell'antichità, e poi ulteriormente disperso a causa di altre vicissitudini storiche.

L'iniziativa gode del Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, del Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell'Anci - Associazione Nazionale Comuni Italiani, ed è inoltre riconosciuta dal Consiglio d'Europa. Un fenomeno la cui dolorosa complessità ha dato vita, al contempo, a importanti espressioni identitarie all'interno dell'ebraismo, contribuendo in modo sostanziale alla creazione del melting pot culturale che lo caratterizza oggi.