Padoan: "Ripresa è anche merito nostro"

Regolare Commento Stampare

Ma questo nasconde un problema più serio, gli squilibri territoriali, di genere, di dimensione e istruzione. Serve una "ripresa in cui la fonte della crescita deve essere l'innovazione".

Il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan appare molto ottimista al Forum svoltosi a Cernobio: egli sostiene che il lavoro svolto da questo governo per favorire la ripresa del nostro paese, è da considerarsi di misura nettamente superiore rispetto a quello svolto dai precedenti governi, che non hanno favorito il lavoro di quello adesso in carica.

Cernobbio, 3 set. (askanews) - "Abbiamo fatto molte cose, abbiamo introdotto molte riforme, altre sono in corso, molte altre restano da fare, e restano da fare oggi, a maggior ragione in questa situazione, perchè c'è una finestra di opportunità, un clima politico ed economico che lo consente". Secondo il ministro, per ridurre gli squilibri "bisogna avere una visione complessiva del Paese".

Il sostegno permanente all'occupazione giovanile, ha affermato il titolare di Via XX Settembre, è a un livello "molto alto nelle priorità del governo".

"La mia idea è che intanto una legge di bilancio non deve far danni, poi deve rafforzare una strategia". Il caso Fincantieri-Stx? Ribadiamo che sarebbe un po' strano che un'impresa, Fincantieri, che ha acquisito i due terzi della proprietà di Stx, si ritrovi a essere non in maggioranza: sarebbe difficile da giustificare.

Le risorse a disposizione del governo nella prossima legge di bilancio sono limitate e vanno quindi indirizzate in maniera selettiva, dando priorità all'occupazione giovanile. "Non credo - conclude - che questo risultato sia merito esclusivamente della ripresa della domanda mondiale".