Italia, Ventura: "Andremo al Mondiale, le critiche fanno parte del lavoro"

Regolare Commento Stampare

La sconfitta netta e umiliante subita con la Spagna ha improvvisamente gettato addosso al ct un peso enorme.

Allo stadio "Città del Tricolore" (Mapei Stadium) di Reggio Emilia, l'Italia di Ventura affronterà stasera 5 settembre, la nazionale d'Israele di Levy alle 20.45 in diretta tv su Rai 1 (collegamento dalle 20.30), con telecronaca affidata ad Alberto Rimedio e commento tecnico di Alberto Zaccheroni. E se l'Olanda recupera il gap nei confronti della Svezia, Buffon e compagni potrebbero incontrare i pericolosi Orange di Sneijder, Robben e De VriJ. "In quel caso faremo delle valutazioni". Uno svecchiamento della retroguardia, probabilmente, darebbe nuovo vigore a una zona del campo in cui, per definizione, gli italiani sono maestri da generazioni. Da valutare anche l'ottima soluzione (anche in termini di sicurezza) delle connessioni VPN.

"Quando è uscito il girone noi sapevamo che ne passava una sola e che nel gruppo con la Spagna c'era la possibilità di non passare direttamente".

Un match che al carico di geopolitica ha alla fine aggiunto quello meramente sportivo grazie alle tre scoppole prese da Buffon e compagni a casa delle Furie Rosse troppo furie per l'occasione. Siamo stati bravi ad arrivare a pari punti con loro, meno bravi nel perdere a Madrid. Allo stesso modo siamo perfettamente convinti di qualificarci. Sono d'accordo con Tavecchio, non andare in Russia sarebbe qualcosa di davvero brutto.

L'Italia questa sera affronta Israele a Reggio Emilia, in una partita decisiva per l'accesso agli spareggi.

Il pericolo di ritrovarsi con il morale sotto i tacchi è alto, stando ad ascoltare anche le parole del grande protagonista della gara, il madridista Isco: "Non abbiamo praticamente corso alcun pericolo, abbiamo tenuto sempre il controllo del gioco e questo ci ha permesso di mettere sul campo tutte le nostre qualità". Adesso dobbiamo pensare a staccare il biglietto per i playoff. Lo sa bene il ct che non rinnega la formazione offensiva schierata contro gli iberici:"Accetto le critiche se sono costruttive". Cohen e Natcho giocheranno avanti la difesa a quattro composta da Bitton, Tzedek, Ben Haim e Davidzada.

"Conta solo andare ai Mondiali, tutto il resto è noia", ha replicato Ventura in conferenza stampa.