Imprenditore muore e lascia azienda a ex dipendenti

Regolare Commento Stampare

Andrea Comand, 39 anni, era un imprenditore di Mortegliano, in provincia di Udine, stroncato da un tumore lo scorso luglio.

E' morto a 39 anni per unalunga malattia gettando nello sconforto i suoi dipendenti.

"Non ho conosciuto Andrea Comand, ma il suo gesto di lasciare la sua azienda ai suoi cinque dipendenti mi ha colpito molto perché in qualche modo mette in evidenza la solidità della piccola impresa italiana dove si cresce grazie al sacrificio di tutti". L'uomo era riuscito a ricreare un ambiente lavorativo più simile ad una famiglia che ad altro così, quando stava aspettando ormai solo l'inevitabile, ha deciso di lasciare la sua officina ai cinque dipendenti, che gli sono stati vicini fino all'ultimo nella sua lunga e terribile battaglia.

L'azienda, che era chiusa da ferragosto, ha riaperto oggi proprio come voluto da Comand. Era appassionato di moto, bici e di escursioni in montagna, aveva affrontato con coraggio la malattia, aveva un'officina, la Garage srl, sulla strada regionale 353 per Pozzuolo. Il giovane artigiano lascia nel dolore profondo pure il fratello Valentino, residente a Mortegliano e autista alla Saf, la sorella Federica di Savorgnano al Torre, infermiera all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, e i parenti.

Sembra che siano oltre 240 mila le persone mandate a casa dopo una diagnosi di tumore, malati e licenziati: con il cancro si perde il lavoro e spesso purtroppo la vita.

"Come sempre ci ha spiazzati - scrivono i cinque - con i suoi gesti istintivi, diretti, concreti impegnativi, ma fatti sempre con il cuore. Lui non lo sa ma ci ha fatto anche un' altra sorpresa che è quella di essere stati 'adottati' dalla sua splendida famiglia che ringraziamo tantissimo".