Corea del Nord, Onu: lancio missile allontana sforzi per stabilire un dialogo

Regolare Commento Stampare

Alle 22 italiane di ieri, la Corea del Nord ha lanciato un missile che ha viaggiato per 2.700 km, sorvolando l'isola di Hokkaido, prima di cadere nel Mare del Giappone.

Mentre la Corea del Nord continua a testare missili, la Corea del Sud afferma che Pyongyang potrebbe essere tecnicamente preparata a condurre la sesta prova nucleare sotterranea o lanciare un altro missile.

Il recente lancio di un missile da parte della Corea del Nord costituisce una minaccia per la sicurezza regionale e allontana gli sforzi per stabilire un dialogo. Ed hanno adottato all'unanimità una dichiarazione che condanna l'ultimo lancio e gli altri tre dello scorso sabato, definendoli "non solo una minaccia per l'area ma per tutti gli stati membri delle Nazioni Unite".

A Tokyo c'è massima preoccupazione.

Le autorità giapponesi hanno avvertito la popolazione del possibile pericolo sui canali tv e radio, via sms e anche usando altoparlanti.

"Se i lanci precedenti sono stati dei semplici test, questa è stata una dimostrazione realistica di una capacità missilistica balistica a portata intermedia", ha dichiarato Chang Young-keun, esperto di missili presso la Corea Aerospace University di Seul. Insieme a Stati Uniti e Corea del Sud, è stata richiesta una riunione d'urgenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu che si riunirà oggi stesso.

(Ultime Notizie - Ultim'ora di mercoledì 30 agosto 2017) La Cina assicura il lavoro a stretto contatto con gli Paesi del Consiglio di Sicurezza Onu sulla crisi Nordcoreana.