Benevento-Bologna 0-1 | Donsah e il Var scacciano le Streghe: emozioni nel finale

Regolare Commento Stampare

Infine sulle voci di mercato che vorrebbero Masina vicino dall'accasarsi al Siviglia, Donadoni dichiara: "Finché ogni giocatore è qui, deve tornare e può essere utile".

Il Benevento ospita il Bologna al Ciro Vigorito, per la prima in Serie A davanti al proprio pubblico.

Bologna (4-3-3): Mirante; Torosidis, De Maio, Maietta, Masina; Nagy, Taider, Poli; Verdi, Destro, Di Francesco. Al 10' squillo Di Francesco sulla fascia mancina: il classe 94' salta con una magia Lucioni e mette in mezzo per Destro: si salvano i sanniti.

Qualche modifica per il Benevento rispetto all'esordio con la Sampdoria. Ieri il club spagnolo ha alzato il tiro, arrivando a proporre 7 milioni di euro più bonus, di conseguenza si è accorciato il gap tra richiesta e offerta, considerato che la società rossoblù ne pretende 10. Cataldi a Genova ha fatto una buona gara, ha percorso molti chilometri. Naturalmente le squadre sono ancora in una condizione abbastanza precaria, ma già il primo turno ha dato alcune indicazioni su quello che potrà essere il massimo torneo calcistico in questo 2017-18. Da un attaccante come lui ci si aspetta che segni ma dobbiamo tenere conto che l'azione l'aveva creata lui rubando palla: "avesse fatto gol sarebbe stato meglio ma ha giocato una buona gara". "Scenderemo in campo con determinazione e convinzione". Baroni ha urgente bisogno di rinforzi in avanti. In serie A è difficile trovare squadre che non siano pericolose. Il Bologna sale a 4 punti, Benevento fermo a 0 in classifica.

"Abbiamo ribadito un po' di concetti, è chiaro che adesso voglio vedere che tipo di risposta c'è". Sono felice per Donsah perché è un ragazzo intraprendente che ci prova sempre e ha meritato di segnare.

Occasioni, super Mirante e la beffa al fotofinish con il Var. Al 47' ancora sfortunato il Bologna che deve sostituire anche Torosidis, al suo posto dentro Mbaye.

Benevento (4-4-2): Belec; Venuti, Lucioni, Costa, Di Chiara (41' st Cissè); Ciciretti, Cataldi, Del Pinto (36' st Viola), D'Alessandro; Ceravolo (13' st Puscas), Coda. A nulla serve l'arrembagio del Benevento nell'ultima parte di match, compreso il lunghissimo recupero, dovuto alle numerose pause meteo (caldo asfissiante al Vigorito) alla sostituzione dell'arbitro Calvarese (rimpiazzato nel finale di partita da Chiffi) colpito da un problema al tendine di Achille.