Wonder Woman: Gal Gadot è splendida su Rolling Stone

Regolare Commento Stampare

Molti fan sono rimasti soddisfatti dal lavoro svolto da Patty Jenkins in Wonder Woman.

Recentemente intervistata da ScreenRant, la regista ha ammesso che ci sono "un milione di piccole cose" e che se potesse renderebbe Wonder Woman "più lungo con battutine e piccoli momenti che è stato difficile eliminare". "Tutto questo autocompiacimento intorno a questo film è mal riposto", così James Cameron ha commentato il successo del film dedicato all'eroina Dc Comics in una lunga intervista al Guardian. "Non sto dicendo che il film non mi sia piaciuto, ma per me è un passo indietro".

"Tutte queste personalità di Hollywood che si scambiano pacche sulla spalla quando si parla di "Wonder Woman" è così sbagliato. È un'icona trasformata in oggetto: è quello che fanno gli uomini di Hollywood, sempre la stessa cosa". Era forte, era incasinata, era una madre terribile e ha conquistato il rispetto del pubblico solo grazie alla sua grinta. E per me è evidente il beneficio che personaggi come lei hanno portato.

Ricorda poi la protagonista di "Terminator", Sarah Connor, paragonandola ai ruoli femminili che troviamo oggi al cinema: "Sarah Connor non era un'icona di bellezza".

Insomma il regista di colossal come Titanic e Avatar crede che la Wonder Woman portata sul grande schermo da Gal Gadot sia troppo bella e poco grintosa. "Voglio dire, metà dell'audience è femminile!". "È il pubblico femminile che ha reso grande il film e può, sicuramente, scegliere e giudicare le proprie icone di progresso". E subito dopo aggiunge: "Credo che le donne possano e debbano essere tutto, proprio come i personaggi maschili".

"L'incapacità di James Cameron di comprendere che cosa Wonder Woman rappresenti per le donne di tutto il mondo non ci sorprende". Le donne forti sono fantastiche. Cameron ha apprezzato il mio film "Monster" e il ritratto che ho fatto di questa donna forte, ma danneggiata. Ma se le donne devono essere sempre dure, toste e problematiche per essere forti, e non siamo libere di avere varie sfaccettature, o celebrare un'icona delle donne perché è attraente e capace di amare, allora non siamo andati molto lontano, non trovate?