Montella: "Nessuna promessa a Donnarumma. Mercato? Vedo Mirabelli stanco"

Regolare Commento Stampare

Cosi' - in conferenza stampa alla vigilia del match casalingo contro il Cagliari - il tecnico del Milan, Vincenzo Montella, a proposito delle parole dell'agente di Gianluigi Donnarumma, Mino Raiola, secondo cui il club aveva promesso, in fase di rinnovo, la fascia di capitano al giovane portiere.

Kalinic invece verrà convocato ma difficilmente giocherà dal 1': "E' indietro rispetto agli altri, siamo contenti dei tre attaccanti centrali che abbiamo". Siamo felicissimi di tutti, Kalinic, André Silva e Cutrone. Avere una o due punte non mi spaventa, poi con la panchina lunga qualcuno dovrà anche andarci. Poi un chiarimento tattico in vista del futuro: "Difesa a tre? È da rivedere ma non mi aspettavo di più giovedì sera, la rivaluteremo con il resto della squadra al completo". Sono tutte risorse assolute per noi.

- Il ritorno del presidente in Italia: "Siamo sempre in contatto, anche attraverso Mirabelli e Fassone. Quindi serve equilibrio tra le due cose".

Sull'entuasiamo che si respira attorno al Milan: "Al momento, l'entusiasmo ci sta aiutando e dando energie. Domani sarà una partita pericolosa, anche perché vengono da una sconfitta".

NIANG, PALETTA E SOSA - "Ho preferito lasciare o coinvolgere meno coloro che hanno situazioni di mercato aperte, alleno sempre i giocatori che la società mette sul mercato. Tutti sono risorse di una squadra in divenire, cercherò di fare le scelte migliori". Sitamo gestendo tutto al meglio, concentrati su di un obiettivo per volta fino alla fine. "Mi auguro che siamo solamente all'inizio e si possa migliorare come squadra". "Forse, gli avranno detto che nel tempo.". E battuta finale dedicata a Niang e al mercato: "E' un ragazzo sensibile, vorrei parlarci un po' perché con lui ho un ottimo rapporto. Nelle ultime gare abbiamo sentito l'amore dei nostri tifosi, mi piacerebbe fare una bella gara anche domani".