Incredibile Cassano: "Sì, peso 88 chili ma sono felice. Non mi ritiro"

Regolare Commento Stampare

Parola di Antonio Cassano alla 'Gazzetta dello Sport': "In panchina quest'anno ha un genio: Spalletti - ha aggiunto 'FantAntonio', tornato disoccupato dopo l'addio al Verona - Lui può battere la Juventus che è sempre la più forte". In nerazzurro ho giocato solo un anno ma sono rimasto interista dentro. "Chi sa giocare può anche stare fermo però mi sono dato un termine". In primis, consiglia l'attaccante Schick all'Inter considerandolo uno dei più forti talenti al momento sul piazza, secondo lui più forte anche dell'argentino Dybala. Intanto, per esempio, mette l'Inter in pole position per la corsa scudetto: "Dico Inter davanti a Juventus e Napoli. Lui, Borja Valero e Vecino sono colpi di Ausilio".

Piuttosto è grave la partenza di Dani Alves. Il Napoli gioca sempre con gli stessi 11 e ha un solo modulo: "troppo ripetitivo, è anche il suo limite". C'è da dire comunque, che se le eventuali trattative non verrebbero concluse entro settembre, Cassano potrebbe davvero l'ipotesi di ritirarsi dal calcio giocato. "Ha detto che lo spogliatoio Juventus era triste, evidentemente non mi sbagliavo quando dissi che alla Juventus erano dei soldatini", ha concluso Cassano. Il primo è Higuain, poi ci metto Insigne e Dzeko. A Cagliari invece ritroverei Tibaudi, il mio preparatore storico: lui sa come allenarmi. Sono senza agente: chi mi vorrà saprà come contattarmi (...), Entella o Cagliari.