Champions, Napoli, Sarri: "Mertens ci sarà. Balotelli e Sneijder da fermare"

Regolare Commento Stampare

"La scelta è stata più mia che sua per farlo sgonfiare, ma non ci sono grandi problematiche".

Domani ci saranno anche i due grandi assenti della gara d'andata: Balotelli e Sneijder. "Quando abbiamo in mano la partita per troppo tempo corriamo il rischio di diventare leziosi e ciò non ci giova". La contromisura è una sola: "Scordarci l'andata: non dobbiamo giocare contro le nostre caratteristiche e gestire il vantaggio". "Dobbiamo dimenticarci dell'andata - ha raccontato il tecnico toscano- non dobbiamo correre il rischio di avere una interpretazione della gara che non è adatta a noi". Il Nizza ci crede? Una parte della responsabilità è nostra, perché non abbiamo chiuso il risultato sfruttando tutte le occasioni dell'andata. Se proviamo a gestire la partita la storia ci insegna che possiamo andare in difficoltà, siamo venuti per impostare il gioco e difenderci alti, lo abbiamo fatto bene. "Sarà dura per noi ma sarà dura anche per loro". "La squadra deve pensare alla partita singola". "Saint-Maximin è talentuoso, magari tatticamente non ineccepibile, ma può avere il colpo nell'azione ed è pericoloso".

Sarri non si aspetta dei regali dal calciomercato, nemmeno ora che la qualificazione ai gironi è cosa fatta: "Non ne abbiamo mai parlato, se qualcuno arriverà sarà perchè altri saranno andati via, ma per ora siamo al completo". All'andata noi siamo stati bravi a farli sembrare meno forti gli avversari. Non guardo molto queste statistiche.

STATISTICHE ECCELLENTI - "Ormai non festeggio più i compleanni e neanche le panchine perché mi sembra di averne troppi". La UEFA Champions League è un giusto premio per una squadra che l'anno scorso ha fatto 86 punti. L'anno scorso c'erano giovani che io ho ritenuto meno pronti, poi molto utili nel finale di stagione. Quella di domani è una gara che vale tanto sotto il profilo economico, ma anche sotto quello del prestigio.

NIZZA - "E' una partita che ti può condizionare la stagione dal punto di vista mentale e pratico. Penso che questa considerazione la faccia tutta la squadra e spero che dia loro dei riscontri positivi, che gli faccia sentire l'importanza della partita facendoli giocare con una determinazione non comune".