Regionali, Forza Italia si spacca sul nome di Armao

Regolare Commento Stampare

Lo dice il deputato regionale di Forza Italia, Vincenzo Figuccia che aveva organizzato per domani una conferenza stampa invitando Miccichè che a quanto pare avrebbe declinato. Su questo progetto hanno espresso gradimento Forza Italia, diversi movimenti civici, Udc, Cantiere popolare e gli autonomisti. Un mese interno in giro per l'Isola per "stare a stretto contatto con la gente che mi ama" al fine di conquistare Palazzo d'Orleans. In ogni caso, sappi che molti ti seguiremo e, soprattutto, ti seguirà il popolo siciliano che è veramente stanco di essere considerato merce di scambio di chissà quali interessi. Armao parla del suo movimento, che ha ribattezzato "Sicilianindignati": "Sta lavorando insieme con tanti imprenditori, colleghi universitari, professionisti ed esponenti di varie categorie produttive per dar vita - afferma l'avvocato palermitano - a una grande iniziativa di rilancio della nostra terra che si basa sul 'manifesto per il futuro della Sicilia' e che ha incontrato l'appassionata condivisione del presidente Silvio Berlusconi e di Gianfranco Micciché con l'obiettivo di unire, innovando, i siciliani stanchi di Crocetta e che non possono affidare il futuro dei loro figli all'improvvisazione dei 5 stelle. Abbiamo bisogno di una guida che ascolti e non di un commissario che sta facendo implodere il centrodestra".

A proposito di smentite, eccone una di natura squisitamente tecnica, che arriva dall'assessora alla Funzione pubblica, Luisa Lantieri: "Nessuna ipotesi - dice a Meridionews - come invece ventilato nelle scorse ore, di un rinvio delle elezioni regionali. Il decreto di convocazione delle elezioni può essere pubblicato entro il 21 settembre, a fine agosto lo porteremo in giunta, non c'è alcuna fretta".