Rizzoli: "Da Var solo suggerimenti Deciderà sempre l'arbitro"

Regolare Commento Stampare

"Quale contributo posso dare ai miei colleghi?"

Adesso restano da capire il funzionamento e le modalità di applicazione. Proprio in quest'ultima competizione sono state disputate 36 partite e in soli 9 casi è stato indispensabile il VAR. Ma quando si applica questa tecnologia? Questi tecnici televisivi sono forniti dalla società Hawk-Eye, la stessa che produce gli strumenti di rilevamento per la Goal Line Technology. Roberto Rosetti, nel corso della conferenza visionabile nel video allegato all'articolo, ne ha spiegato minuziosamente l'utilizzo.

Attualmente non è previsto l'intervento del VAR per tutti quegli episodi in cui esiste la discrezionalità dell'arbitro e l'interpretazione della situazione in campo. Se la Var stempererà le proteste in campo?

Si parte dal presupposto che il Video Assistant Referee è un'introduzione volta a ridurre ai minimi termini gli errori degli arbitri senza intaccare, però, la bellezza e la fluidità del gioco del calcio. E' da sottolineare il fatto che il Video Assistant Referee non analizza le riprese del gioco, ovvero: rimesse laterali, calci d'angolo, cartellini gialli o seconda ammonizione. La risposta migliore ad un calcio da sempre terreno fertile per le polemiche.

Per ciò che concerne le espulsioni, invece, la tecnologia interviene solo nei casi di rosso diretto per falli gravi di gioco oppure in chiare occasioni da rete. Presa la decisione definitiva, il pubblico a casa vedrà l'immagine utilizzata da arbitro e VAR. Al momento, l'IFAB ha scelto di non mostrare l'immagine anche sul monitor allo stadio.

L'arbitro centrale potrà consultare il VAR via auricolare in caso di decisioni controverse, e soltanto in casi oggettivi e determinanti sul risultato della partita. Ma qualcosa ci dice che, nonostante la Var, la fine dei "processi" al campionato è ancora lontana.

E pensare che dovrebbe essere d'aiuto agli arbitri.

Gli assistenti assegnati al Var saranno arbitri in attività e prenderanno quindi il posto degli addizionali di porta, non più necessari. Quando l'arbitro deciderà di cambiare decisione allora le immagini viste dal VAR saranno trasmesse. Al 41' il giocatore africano Chilufya si invola verso la porta di Zaccagno, all'ingresso in area viene toccato con la mano sulla spalla e solo dopo aver saltato il portiere azzurro si lascia cadere.