Calciomercato Milan: Lotito e quell'offerta da 35 milioni per Keità

Regolare Commento Stampare

Passata l'euforia post vittoria, la banda biancoceleste è chiamata a centrare la prima partita e a non sottovalutare il proprio avversario, deciso a sorprendere tutti quelli che già lo danno per spacciato.

"Le griglie è sempre difficile farle alla vigilia". Ho voluto Caicedo, è arrivato più tardi di tutti, ma ha grandissimo spirito e si sta impegnando per mettersi al pari degli altri. Dopo una vittoria così può scattare qualcosa inconsciamente. Tutti sono importanti, nessuno è indispensabile.

"Se n'è parlato tanto". Nessuno prima di me lo aveva fatto giocare così tanto e l'ho coccolato.

Vigilia di campionato per la Lazio, che tornerà in campo una settimana dopo il trionfo in Supercoppa contro la Juventus ospitando la matricola Spal. Ero molto fiducioso, l'ho detto anche nella cena con il mio staff. A volte decidono anche gli episodi, ma ero fiducioso. È stato il trionfo del gruppo, siamo stati compatti battendo una delle squadre più forti in Europa con pieno merito.

CLASSIFICA - "Quest'anno ci sono le milanesi che hanno investito tantissimo, le solite dello scorso anno e poi Atalanta, Torino e Fiorentina". Troppo presto parlare di obiettivo Champions: altre squadre si sono rafforzate più di noi.

"Io personalmente sono favorevole". La Spal? Ne ho parlato tanto con la squadra.

"Domani abbiamo una prova di maturità. Affrontiamo una neopromossa, allenata bene da un tecnico che conosco". Mi si dice che è in scadenza di contratto e che rischio di perderlo a zero? Ha tantissima qualità abbinata a quantità. Probabile formazione (3-5-2): Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Luis Alberto, Milinkovic-Savic, Lulic; Palombi, Immobile. 40 partite su 40 non le ha fatte nessumo, l'anno scorso è stato il centrale che ha giocato di più. Si allenato al massimo e ha meritato di giocare. "Può fare il play maker, la mezzala, giocare in un centrocampo a due e fare la seconda punta". Gli ho spiegato che qui avrebbe potuto giocare, ma lui sta portando avanti il suo pensiero.

HOEDT - "C'è la situazione di Hoedt da vedere e se ci saranno sviluppi". Per noi l'olandese è molto importante, ci dà diverse soluzioni. Stiamo operando bene sul mercato, ma vedremo quel che accadrà con Keita: se dovesse andar via, andrà rimpiazzato immediatamente. Ma Keita ha rifiutato tutto dicendo di volere la Juventus. Gli ho detto che grazie alla lazio ha conquistato anche la maglia della Nazionale. Nel caso ci sia la sua cessione, dovremo intervenire, prendendo un giocatore di piede sinistro.

Unica nota stonata di un'estate che ha già regalato una grande soddisfazione, il caso Keita.

"Una cosa sbagliatissima. Si manca di rispetto all'allenatore, ai compagni, alla società". Un calciatore può avere in testa quello che vuole, seppur scontento, ma bisogna sempre comportarsi da uomini senza mai disertare gli allenamenti.