Borriello-Cagliari, è finita: c'è la Spal

Regolare Commento Stampare

I salari medi delle due squadre si aggirano sugli 1.3 milioni, ma i club potrebbero garantire anche uno stipendio più alto in virtù della tassazione più agevolata (25%) che vige in Spagna. Una posizione per nulla accettata dalla società, che ha ritenuto corretto escludere il calciatore dalla gara di domani contro la Juventus per motivi disciplinari prima di trattare per la risoluzione del contratto.

Brutta tegola in casa Cagliari dopo l'ennesima lite tra Rastelli e Borriello. All'origine della sua decisione, i rapporti sempre peggiori con l'allenatore Massimo Rastelli.

Si potrebbe usare qualsiasi altro termine delicato per volere glissare sul rapporto-non rapporto tra i contendenti, ma quando ci sono tutte queste situazioni e NON c'è più la persona che riusciva a calmare le acque, ecco che si spiega tutto. Così ha pensato Borriello che ha chiesto al Cagliari la cessione.

Meno male che questo bubbone di Borriello è esploso prima della prima Giornata! Per entrambi Cagliari potrebbe essere un'ottima piazza per la rinascita.

Molti maliziosi (o ben pensanti, fate voi!) credono che lo stadio SARDEGNA ARENA sarà il definitivo (non sarebbe comunque male!) perchè il Presidente Giulini se la darà a gambe levate prima anche a causa della situazione giudiziaria della FLUORSID, la sua Azienda. La Spal si è già mossa per ingaggiare Borriello con Genoa e Bologna sullo sfondo, mentre i rossoblu pare siano alla ricerca spasmodica di un bomber.