Usa, Donald Trump licenzia il consigliere Steve Bannon

Regolare Commento Stampare

E' quanto scrive il New York Times, citando due funzionari dell'amministrazione. "Siamo grati per il suo servizio e gli auguriamo il meglio", si legge in una nota della portavoce della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders citata da diversi media Usa. Inoltre che lo stesso stratega avesse deciso di fare un passo indietro. "Il capo dello staff della Casa Bianca John Kelly e Steve Bannon hanno convenuto di comune accordo che oggi sarebbe stato l'ultimo giorno per Steve".

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump intende rimuovere il suo consigliere strategico Steve Bannon dal suo posto alla Casa Bianca.

Trump e Bannon erano ai ferri corti da mesi, anche a causa dell'opposizione di Bannon al ruolo conferito dal presidente ad alcuni strateghi e membri della sua famiglia, in particolare il genero Jared Kushner.

Fonti vicine allo stratega sostengono invece che sia stato lui stesso a dimettersi con una lettera ufficiale consegnata al presidente il 7 agosto scorso. L'annuncio doveva essere dato lunedì scorso, ma tutto è stato rinviato per le polemiche innescate dall'uccisione sabato scorso di una donna ed il ferimento di altre 19 persone esponenti della protesta contro i "suprematisti bianchi" a Charlottesville in Virginia ad opera di un filo-nazista, James Field, che si è gettato sui manifestati con la sua auto.