Sarri: "Stiamo segnando poco per quanto stiamo creando"

Regolare Commento Stampare

Hanno segnato Mertens al 13' e Jorginho (su rigore) al 69'. Gli azzurri avrebbero potuto conquistare un risultato molto più ampio, ma ciò non è avvenuto perché è mancata la precisione e, sicuramente, la lucidità in alcune situazioni di gioco.

Risultato che archivia la qualificazione? Così non è stato, ci sarà da soffrire un po' in Francia ma il Napoli ha i mezzi per farcela.

Gli oltre cinquantamila del S.Paolo, accorsi in massa a sostenere la squadra, nonostante la coincidenza della gara con la settimana "clou" delle ferie estive, sono stati ricompensati con una prestazione maiuscola, arricchita da quelle trame di gioco spettacolari ed efficaci che identificano il marchio di fabbrica degli schemi del tecnico toscano. Poi è ancora Mertens a provarci con una grande rovesciata che esce di poco a lato. Mertens è di nuovo protagonista al 15′, stavolta con una rovesciata, ma non indirizza abbastanza bene da trovare la porta. E' pronto il 2-0, cosa arriverà perchè Marciniak giudica presso diligenza un mancanza (mondo) in Jallet su Mertens. Nella giornata di ieri, gli azzurri hanno dato il via al ritiro presso il centro sportivo di Castel Volturno, scendendo in campo, nel tardo pomeriggio per svolgere una seduta d'allenamento. E' accaduto, prima con Koziello, servito da Jallet, che ha messo fuori in diagonale. Sarri richiama Jorginho chiedendogli maggiore attenzione in copertura, soprattutto in fase di non possesso.

Il Napoli schiera la formazione titolare col cosiddetto tridente leggero, il Nizza, costretto a rinunciare a Balotelli e a Sneijder, entrambi non al meglio fisicamente, gioca con il 3-5-2 con Plea e Saint-Maximim in attacco. Alla mezz'ora i partenopei calano un po' e concedono due tiri ai francesi, ma sia Koziello che Saint-Maximin non inquadrano lo specchio.

Al 65′ Souquet sfiora l'autogol: per anticipare Callejon il difensore colpisce di testa e la palla si stampa sulla traversa della porta difesa da Cardinale. Fuori? Poco importa. L'arbitro ha deciso per l'assegnazione del penalty. Jorginho dal dischetto fa il 2-0. Sessanta secondi dopo è la volta di Plea, che va sotto la doccia dopo la seconda ammonizione per proteste. A quattro minuti dalla Milik, dopo una splendida azione del Napoli, buca clamorosamente il pallone, solo davanti alla porta vuota. Al momento del sorteggio i tifosi partenopei aveva immediatamente manifestato malumori in quanti ritenessero i francesi la squadra più difficile da affrontare. "Abbiamo eliminato l'Ajax e crediamo di poter fare qualcosa di importante". Io in panchina avevo il cervello in acqua, figuratevi chi stava in campo. Sarei preoccupato se avessimo fatto due gol su due situazioni senza creare tanto. Sono più pronti fisicamente.

Sarri è comunque soddisfatto per quanto fatto vedere dai suoi.

29′ - Solo Napoli in questa fase di gara: Allan entra in area di rigore e prova ad inventare per Mertens. "Avremmo potuto sicuramente - dice - evitare i due cartellini rossi". Ora gli uomini di Sarri dovranno pensare prima di tutto alla partita di sabato per iniziare bene anche il campionato e da domenica si può iniziare a preparare la partita di ritorno contro il Nizza per chiudere la pratica. "Siamo delusi dal finale in 9, l'importante era non prendere il 3-0", ha detto Favre. "Purtroppo ha sbagliato un gol facile, ma ha anche fatto buone giocate". Stasera ci ha sorpreso nei minuti iniziali.