Altro attacco in Spagna a Cambris, uccisi 5 terroristi

Regolare Commento Stampare

La polizia sospetta che stessero preparando uno o più attacchi nella località turistica a circa 100 chilometri da Barcellona. In seguito e' nata una sparatoria con la polizia, durante la quale 4 persone sono state uccise sul posto e una e' morta successivamente per le ferite riportate. Uno è in condizioni gravi.

Intercettati dalla polizia, sono stati bloccati prima che potessero commettere una strage. "C'e' un collegamento". La polizia non ha dato dettagli dell'attacco a Cambrils ma i media locali affermano che un'automobile ha investito un mezzo della polizia e la gente che si trovava nelle vicinanze.

La polizia catalana ha detto di aver ucciso quattro "presunti terroristi" a Cambrils, a sud di Barcellona, dopo un'operazione di polizia.

Su proposta dell'Italia e in accordo con la Spagna, i membri del Consiglio di sicurezza dell'Onu hanno rilasciato un comunicato in cui condannano l'attacco terroristico "selvaggio e codardo" che giovedì ha colpito Barcellona. Tra le prime vittime identificate, tre turisti tedeschi e un cittadino belga. I Mossos d'Esquadra precisano che nessuno degli arrestati era alla guida del furgone che ha fatto strage a Barcellona e quindi nessuno di essi è legato direttamente all'attentato.

Due arresti sono già stati effettuati dalla polizia catalana ad Alcanar e Ripoll.

Attraverso un tweet la Casa Reale spagnola ha dichiarato: "Sono assassini, criminali che non ci spaventeranno". Ieri i sospetti sono caduti su Moussa Oukabir, fratello di Driss, 18 anni, marocchino, arrivato in Spagna da una settimana.